I fantasmi dell’Arena

In offerta!
ARENA_3d

I fantasmi dell’Arena

12,90 10,00

COD: 9871422 Categoria:

Descrizione prodotto

L’Arena Civica di Milano, voluta da Napoleone e progettata dal Canonica, è ancora oggi largamente utilizzata ma anche un prodigio del neoclassicismo: un gioiellino che su ogni lato nasconde una sorpresa. E le sorprese non mancheranno per il detective Zappa che tra le mura di questo impianto e nei meandri dei suoi percorsi nascosti, deve risolvere il mistero di un cadavere rinvenuto nelle vecchie Carceri dell’Arena. Non è certo un investigatore alle prime armi il detective Zappa, al secolo Ruggero Casipolidis, milanese doc con un passato da dimenticare negli anni di piombo. Per i suoi baffi all’ingiù e la mosca al centro del mento, tutti lo chiamano “il Zappa”, da sempre impegnato in indagini a favore dei poveri e dei desmentegass. Non a caso è per aiutare un suo vecchio amico, l’ex partigiano Billo, che Zappa si trova nella Sala Appiani dell’Arena per la premiazione dello sportivo dell’anno. Deve risolvere uno strano caso di targhe trafugate in città, quando una ragazza si avvicina e gli chiede aiuto. Un’ora dopo la trova cadavere negli uffici delle Carceri.
È l’inizio di una sofferta indagine, fatta di colpi di scena e di incubi del passato che riaffiorano. Sono tragiche storie: dall’eccidio del 1943 alla partita della vergogna, dal malvagio Bolza alle torture della Legione Muti e della Banda Koch. Sono i fantasmi che popolano l’Arena e che ci accompagnano
a ripercorrere alcune delle vicende che hanno fatto di Milano un crocevia della Storia. Un giallo storico e politico il cui stile, mischiando narrazione e saggistica, ci aiuta a scoprire e riscopire le tante vicende che hanno attraversato uno dei luoghi più cari ai milanesi. Tra passato e presente, un viaggio necessario nella memoria di una città.

Disponibile anche in formato e-book €4,99

Matteo Lunardini è nato a Milano, tra il Giambellino e Baggio. Scrittore e saggista, si occupa di politica, sport e storia criminale. Collabora con varie testate giornalistiche, tra cui il Manifesto e Il Fatto Quotidiano, ha lavorato nella pubblica amministrazione, come Franz Kafka, Heinrich Boll, Nikolaj Gogol ed Emil Zola. Nel tempo libero ascolta la musica di Frank Zappa.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I fantasmi dell’Arena”